L’Export Digitale salva il bilancio italiano 2020

L’Export Digitale salva il bilancio italiano 2020

Nel 2020 gli scambi commerciali hanno subito evidenti battute d’arresto per tutti i Paesi del mondo. Ma il nostro Paese ha da sempre uno degli assi portanti dell’economia sullo scarto tra import ed export. Su quelle poche decine di miliardi di differenza positiva girano i tassi della nostra bilancia commerciale. Ecco perché la notizia che la perdita del 9,7% nell’export è stata in parte attenuata dall’export attraverso i canali digitali mi è sembrata doppiamente positiva. L’incidenza dell’export digitale sul totale delle nostre esportazioni è passata dal 7% al 9%. Non male, direi, ma ci sono ampi e facili margini di raddoppio nei prossimi anni. Di buono c’è appunto che il disavanzo è positivo (63,59 miliardi), il migliore da sempre.

I settori trainanti dell’export digitale

Dei settori trainanti l’agroalimentare ha tenuto benissimo incrementando del 1,8% in suo risultato. Gli oltre 46 miliardi di Export Alimentare nel 2020 hanno contribuito a tamponare le perdite subite dalle altre 3 A del nostro Export: Automotive, Arredamento, Abbigliamento. Quest’ultimo è stato in assoluto il più danneggiato.

Molto interessante è anche vedere come si è suddivisa la torta per l’export digitale B2B e B2C, battuta d’arresto nel primo caso, crescita costante nel secondo.

Export digitale

E poi sempre la solita slide – un po’ avvilente per la verità – sulla nostra arretratezza digitale rispetto al resto del panorama Europeo.

Cerco sempre in fretta le attenuanti a questa fotografia, per lo più legate alle dimensioni “micro” delle imprese italiane rispetto al resto del mondo. E’ vero, ma quest’anno non concedo più sconti a nessuno. I fondi stanno arrivando, bisogna farsi trovare pronti. Non capiteranno tanto spesso nei prossimi anni acceleratori simili di business digitale.

Le aziende italiane non hanno tanto bisogno di “strumenti digitali” quanto di un vero e proprio Change Management nella cultura aziendale.

Sarà solo questo tipo di “trasformazione digitale” che sarà in grado di fare la differenza sulle tempistiche di allineamento con resto d’Europa.

Leggi anche L’export italiano continua a crescere, eppure… | Export italiano da record nel 2017

Condividi? Grazie!
Facebooklinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *