Le borse più belle del mondo | Le4uadre

Non c’è storia, comincio dalle conclusioni. Le borse disegnate e realizzate da Le4uadre sono molto semplicemente le borse più belle del mondo. Lo so, sono di parte, ne ho una anch’io. Ma non è questa la ragione. Damiana e Marineve sono semplicemente due vulcani: dalla loro energia-colore è scaturita una collezione di foulard e borse in neoprene da far invidia al Paese delle Meraviglie. Come dicono loro: è il culto dell’artigianato di qualità che incontra l’arte!

Le4uadre

Le4uadre elettra

e-italy_borse-a-mano_clutch_pochette_h24_lequadre_handbag_tasche_gotica

e-italy_borse-a-mano_clutch_pochette_h24_lequadre_handbag_tasche_amb3

 

 

 

le4quadre

 

 

 

 

 

 

Sia ben chiaro che stiamo parlando di Made in Italy di lusso, quello dove si misura anche il passo della cucitura, quello che fa avanguardia dei materiali, innovando la tradizione. Fatto a mano in Basilicata, disegnato da una siciliana Doc, Damiana, che nel pentolone dei colori ci ha messo dentro tutto: Sicilia, Basilicata, e le viscere del Sud.

Così quando a settembre in fiera a Milano le ho incontrate, queste due giovani start-upper, sono rimasta ipnotizzata dalle loro borse al punto da volerne una per me e il resto per il mio sito di e-commerce.

elena, le4uadre

collezione le4uadre

Poi sì, ammetto anche che ho un debole per la categoria: quando vedo donne capaci di sfidare le avversità di un mondo lavorativo così sessista e maschilista, tendo sempre a pensarle brave il doppio.

Vedete, non è solo per le borse – belle per carità – è proprio per l’idea che vale la pena sostenere questo tipo di Made in Italy. Grande amore per la propria terra e i suoi valori, esperienze all’estero in case di moda dal nome altisonante, studio dei materiali, dello stile e poi niente… si risponde al richiamo di casa e si torna per cercare di essere almeno all’altezza di chi ci ha preceduto nell’eccellenza. Quella stessa eccellenza che da secoli in tutto il mondo si condensa in tre parole: Made in Italy. E come in questo caso bello, funzionale, sostenibile.

Qui trovate il servizio di Rai1 che racconta il debutto di Le4uadre, così le vedete all’opera!

Qui sotto invece un piccolo assaggio della collezione!

PS. la mia è quella verde, si chiama Elena, come la tizia di Sparta. Damiana dice che sono le borse a sceglierci. Chissà se mi devo preoccupare…


Leggi anche Made in Italy 3.0 | E-Italy |E-Italy, il mio viaggio nell’Italia che vale | Martina Vazzoler

 


 

Condividi? Grazie!
Facebookgoogle_pluslinkedinmail

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *