L’arte del paesaggio a portata di mano

Quest’anno non me lo lascio scappare, voglio andare a vedere il Meeting internazionale di Land Art, l’arte del paesaggio, qui in Friuli a due passi da me. Non sono sicura che si traduca così, ma alla fine il risultato parla chiaro: da un semplice e disordinato territorio ne esce un paesaggio, una prospettiva, una specie di tromp d’oeil, qualcosa che non ti saresti neanche minimamente immaginato e invece già c’era, lì sul posto. Sì, perché la Land art è proprio questo: artistHumus-park-40-150x150i che usano foglie, rami, sassi, pietre, sabbia, e tutti i  materiali naturali di un territorio per farne delle opere d’arte inserendole dentro al paesaggio. Sottraggono e allo stesso tempo aggiungono qualcosa (di loro) al paesaggio. In maniera armonica e simbiotica quasi.

land art Made in Italy

In questa quinta edizione lavorano 80 artisti provenienti da tutto il mondo, coordinati da Vincenzo e Gabriele, campioni italiani di calibro internazionale già negli anni in cui in Italia non si sapeva neanche cosa fosse l’arte del paesaggio, due che ho visto tirare fuori un coniglio da un cilindro vuoto, per dire…

E sapete la cosa bella di questo trasformare il paesaggio? La cosa più bella è che questi artisti cercano per giorni i materiali necessari all’opera che hland art made in italyanno in mente all’interno del pezzo di terra al quale sono assegnati: li lavorano, li trasformano, li plasmano, li assemblano, li piegano al loro volere, ma poi una volta terminata l’opera la lasciano lì sul posto, in dono. Si direbbe uno scambio equo e solidale tra territorio e inquilini. E queste opere d’arte resteranno visibili a tutti coloro che passeranno ad ammirarle fino a che la Natura non se le riporterà via, in maniera del tutto naturale o arbitraria.

Un’arte sostenibile direi, anzi, che ha molto da dire in fatto di integrazione e buona convivenza tra le parti. Forse dovremmo andare tutti a darci un occhio di persona. O farci un giro di fotografie di capolavori Made in Italy 3.0. Qui sotto, tra nuove e memorabilia.

Humus-park-16

Gomitolo land art

land-art_l'arte del paesaggio e dell'integrazione sostenibile

Se visitate la pagina Facebook ne trovate di bellissime, di artisti italiani e esteri!

Leggi anche Delle capre, dell’asino e infine delle rane| Roberto Bertazzon | Gli Haiku di Sarmede | Il made in Italy della fiaba

 

 

 

 

 

Condividi? Grazie!
Facebookgoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *