Il potere e la violenza |Parola di Hannah

Io non sono capace di esprimere il rigetto alle stragi di Parigi, ma lo faccio con le parole di una donna che ha fatto della propria vita l’emblema del rifiuto di ogni totalitarismo.

Potere [il potere-con] e violenza [il potere-su], per quanto siano fenomeni distinti, in genere appaiono insieme. Dovunque siano combinati, il potere, come abbiamo visto, è il fattore primario e predominante. La situazione tuttavia è completamente diversa quando abbiamo i due elementi allo stato puro […]. La violenza può sempre distruggere il potere; dalla canna del fucile nasce l’ordine più efficace, che ha come risultato l’obbedienza più immediata e perfetta. Quello che non può mai uscire dalla canna di un fucile è il potere […].

Politicamente parlando è insufficiente dire che il potere e la violenza non sono la stessa cosa. Il potere e la violenza sono opposti; dove l’una governa in modo assoluto, l’altro è assente. La violenza compare dove il potere è scosso, ma lasciata a se stessa finisce per far scomparire il potere. La violenza può distruggere il potere; è assolutamente incapace di crearlo.

Hannah Arendt, 1970

L’ho ripescata perchè vale la pena non dimenticare. Vale la pena non fare di tutta un’erba un fascio. Vale la pena dire no.

#notinmyname

 

 

 

1 piace anche a te?Condividi? Grazie!
Facebookgoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *