Il blog

Perché il blog? Perché la struttura del blog, post dopo post, permette il dipanarsi di ragionamenti sul Made in Italy mai conclusi. Non nel senso di inconcludenti, quanto piuttosto di in fieri, di pensieri in corso, per capirci. Ecco perché questa forma contemporanea di dialettica e del superamento delle (op)posizioni ci è sembrata la più congeniale, per dirla nostalgicamente con Hegel.

Abbiamo quindi la presunzione e la speranza di farne una tavola rotonda allargata, dove registrare fertili progressi o nuove domande da porre. Forse non per raggiungere risposte, ma dignitose direzioni.

Quindi la domanda radicale di questo blog qual è?

Perché in Italia si concentra da secoli una percentuale così alta di cose belle e buone? Perché solo qui, più o meno all’interno di questi confini, da secoli si producono cose belle? Qual’è il segreto o la combinazione di fattori che ha fatto dell’Italia e del Made in Italy il sinonimo di eccellenza, di qualità diffusa a tutti i livelli, di premiumness

Post dopo post inseguiamo un’ipotesi, cercando in maniera organica di avvicinarci ad una risposta, dandone evidenza con fatti, storie, personaggi, prodotti.

Buon viaggio a tutti!


Leggi anche E-Italy | Made in Italy 3.0 | Autori | Un nuovo “outfit” per il Made in Italy 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *